Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

“Il circuito delle cucine tipiche del Piceno” (e non solo)

logo

Il 28 marzo, si è svolta una conferenza stampa durante la quale sono stati presentati “Il circuito delle cucine tipiche del Piceno” e il programma promozionale “Turismo Piceno Primavera 2007”. E’ stata organizzata dalla Provincia di Ascoli Piceno in collaborazione con l’Associazione Wigwam Clubs Italia e si è tenuta a Roma presso il ristorante “La tana dei golosi” (World Wigwam Circuit).
L’iniziativa è stata presentata da: Avelio Marini (Assessore al “Turismo, agricoltura, parchi e ed attività produttive” della provincia di Ascoli Piceno), Efrem Tassinato (Presidente dell’Associazione Wigwam) ed amministratori ed imprenditori di alcune realtà locali.

tassinato-e-marini.jpg

“Il circuito delle cucine tipiche del Piceno” ha l’obiettivo di promuovere la valorizzazione delle tradizioni gastronomiche del territorio attraverso la riscoperta di piatti antichi e l’utilizzo di materie prime provenienti da coltivazioni ed allevamenti locali. Il tutto intimamente collegato alla bellezza del territorio Piceno. Su queste basi ha preso vita il progetto, organizzato dalla provincia di Ascoli Piceno e composto di ristoranti che, aderendo ad un disciplinare, si impegnano ad inserire nel menù i piatti della tradizione locale.
Il circuito si articola in percorsi differenziati ed invitanti pacchetti turistici che, dai tartufi dei Sibillini alla “Zuppa delle Fate” di Pretare, passando per la degustazione dei piatti delle erbe spontanee, danno uno spaccato di un territorio variegato nel quale tradizioni, cultura ed enogastronomia si intrecciano.
Attualmente, sono proposti cinque “percorsi culinari”: “cucina del tartufo”, “cucina delle fate”, “cucina delle erbe spontanee”, “cucina dello spirito” e “cucina dei briganti”.
Il progetto, ha suscitato l’interesse dei partecipanti, confermando la validità di un approccio che valorizza il patrimonio culturale e gastronomico dei “territori minori”: per dimensioni o notorietà, non certo per significatività o interesse.
Lo spirito che anima questo progetto è lo stesso in cui crediamo noi di Mondo del Gusto e per il quale stiamo operando: promuovere i luoghi dell’Italia Minore.
Ha seguito una sintetica illustrazione dei risultati di un’indagine di “customer satisfaction” delle presenze turistiche dell’estate 2006 nella provincia di Ascoli Piceno (Osservatorio Turistico della regione Marche curato dall’Eurispes Marche). Fra i vari dati interessanti e positivi, cito quello che mi ha colpito di più, confermando la validità delle nostre (ma non solo) convinzioni: l’enogastronomia è il primo motivo alla base della scelta dei turisti del Piceno.

tassinato-marini-treu.jpg

Un ulteriore motivo di soddisfazione per gli organizzatori è stato sicuramente rappresentato dall’arrivo del Senatore Tiziano Treu: l’illustre ospite ha apprezzato sia il progetto sia, come gli altri partecipanti, la degustazione di alcune “testimonianze” delle “cucine” presentate con la quale si è chiusa la conferenza stampa. Ottimi i ravioli alle ortiche.
ravioli-alle-ortiche.jpg Concludo con un’annotazione di carattere personale. Conosco il Piceno da molto tempo. Vi sono legato per motivi affettivi: ho molti amici in quei luoghi. Amici che continuo a frequentare. E’ grazie a loro (in particolare Franca e Renato) che ho avuto modo di scoprire luoghi incantevoli, inaspettati.

la-tana-dei-golosi.jpgDimostrazione di una realtà economica e sociale in continuo movimento, impegnata nel recupero (non solo architettonico) di testimonianze straordinarie. Ho scoperto che il “bello” non si trovava solo nei posti più scontati (spiagge e mare): vi è anche un “interno” tutto da esplorare. E da gustare, come testimonia “Il circuito delle cucine tipiche del Piceno”. Tutto ciò mi rende ancor più gradita l’iniziativa della Provincia di Ascoli Piceno ma, soprattutto, rafforza la voglia di tornare ad incontrare i miei amici. Presto.

Vai al post originale