Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

Basta costruire un pupazzo di neve…e la vacanza è gratis.

fattoriepupazzi.jpgE’ il regalo, per il 2007, dell’Associazione degli Agriturismi della Carinzia che ripete un’iniziativa che lo scorso anno ha avuto moltissimo successo, le Olimpiadi dei pupazzi di neve. Partecipare e vincere è semplicissimo. Basta prenotare una vacanza, di qualsiasi durata, in uno dei 350 agriturismi carinziani aperti anche d’inverno e mettere a frutto la propria creatività dando vita a un pupazzo di neve. Può essere grande o piccolo, artistico o buffo, simpatico o corrucciato. E se non amate il freddo non serve nemmeno gelarsi le mani con la neve. Basta che il pupazzo di neve sia protagonista di un disegno o di una scultura (con pigne, pezzetti di legno, plastilina, cartoncino). Spazio alla fantasia, insomma. Magari con l’aiuto di qualche “mini creativo”, perché, si sa, i bambini hanno sempre un modo speciale ed irresistibile per rappresentare la realtà.

Fotografata la vostra opera d’arte dovrete spedirla, via posta o email, all’Associazione degli Agriturismi della Carinzia (Viktringer Ring 5, 9020 Klagenfurt, Austria; email: office@urlaubambauernhof.com). Tutte le foto saranno pubblicate sul sito dell’Associazione degli Agriturismi della Carinzia (www.urlaubambauernhof.com) e tutti i visitatori del sito potranno votare i pupazzi più belli, originali, simpatici e divertenti. Saranno poi premiate le migliori cento opere.
Il vincitore riceverà un buono per una vacanza della durata pari a quella durante la quale è stato costruito il pupazzo di neve vincente. Potrebbero essere due giorni, potrebbe essere una settimana, potrebbe essere anche un mese. Chiaramente il buono sarà valido per tutte le persone che hanno preso parte alla vacanza e sarà spendibile in un periodo, a scelta, dell’inverno 2007/2008.
Il secondo premio consiste in un voucher per una settimana in una baita alpina cariziana. Una meta dove dedicarsi al relax, allo sport, alla buona cucina.
Per chi si piazzerà dal terzo al centesimo posto ci saranno tanti regali sfiziosi offerti agli agricoltori carinziani. Potrebbero essere dei vasetti di ottimi mieli o marmellate, delle bottiglie di profumata grappa fatta in casa, dei giocattoli “bio” per i più piccoli, con lana non trattata e un’imbottitura di melissa e lavanda. E poi ancora entrate per musei e mostre e passeggiate con le slitte trainate dai cavalli.

Via libera alla fantasia, allora. I concorrenti dell’anno scorso sono stati superlativi. Hanno inventato dei pupazzi di neve che giocavano a carte, che si godevano il sole sulle sedie a sdraio, che sciavano con ottimo stile, che chiacchieravano come buoni amici in un bar d’alta quota. Quest’anno ci si aspetta ancora di più, anche perché i gestori delle fattorie, dei veri esperti nel campo dei pupazzi di neve, sono prodighi di consigli.
A questo punto non resta che mettersi alla prova. Senza timore di spendere troppo. Anche perché un pernottamento con una prima colazione “da re” in una fattoria può costare anche solo 22 euro.

Vai al post originale