Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

Il vino di Mozart.

marzemino.jpgCulla di produzione del Marzemino è la Vallagarina, dove i vigneti si estendono lungo le prime pendici dei monti, ad altitudini ancora collinari e trovano condizioni climatiche favorevoli. Le viti di Marzemino sono molto delicate e le morbide alture su cui crescono le riparano e proteggono dal freddo intenso. In questa zona il terreno è ricco di tufo e le rocce, di origine vulcanica, contribuiscono a donare al vino un profumo ampio e particolare. Il vitigno sarebbe giunto da Venezia al seguito dei soldati della Repubblica Serenissima, per poi svilupparsi proprio lungo le sponde dell’Adige, vicino a Rovereto.
Anche nel Don Giovanni di Mozart questo vino è definito “Eccellente Marzemino”, a testimonianza della notorietà di cui godeva già in quegli anni. Il nome deriva quasi certamente dal villaggio della Carinzia in cui è nato, Marzimin, ma con il passare dei secoli è diventato una delle bandiere dell’enologia trentina. Il gusto piacevole, con sentori di viola mammola, si presta a piatti dagli aromi più vellutati e si spinge fino ad abbinamenti più consistenti. Il vino giovane trova felice connubio con i funghi, in particolare sottolinea il sapore di primi impegnativi come le Lasagne Verdi con funghi e gorgonzola. Ma il suo retrogusto delicatamente amarognolo si fonde golosamente con un piatto di Tortelloni con Funghi Porcini al tartufo nero ed erbe aromatiche o con Pipe condite con funghi, salsiccia e peperoncino. Il tipo Riserva, che ha subito un invecchiamento di almeno due anni in cantina e ha una gradazione alcolica minima di 11,5%, può essere stappato (almeno un’ora prima del servizio) per valorizzare cotechini, zamponi e formaggi a pasta dura. È ottimo in abbinamento ai piatti tipici della zona di origine, dalla polenta con cacciagione agli stufati di manzo, dalla luganega agli arrosti. Lo si può conservare fino a 3-4 anni, consentendogli di esprimere con forza un gradevolissimo gusto fruttato e leggermente speziato.

concilio-marzemino.jpgFermo e lievemente tannico, con profumi di frutti di bosco leggermente acerbi, accompagna egregiamente il pollame e si presta per essere servito con piatti di pesce al sugo. La persistente nota olfattiva, con qualche accenno al fiore dell’iris, è confermata dal gusto sapido. Per queste sue caratteristiche, grazie alla freschezza che lo contraddistingue, è ideale per pietanze anche tendenzialmente dolci, gradevolmente succulente e grasse, come il tortino di pane e formaggio Montasio. La temperatura di servizio consigliata è quella di cantina, sui 14°-16°.

Classificazione: DOC
Colore: Rosso rubino con riflessi porpora
Regione di produzione: provincia di Trento
Gradazione alcolica minima: 11%
Vitigni utilizzati: Marzemino (100%)

Vai al post originale