Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

Vino

Vin de Gusa et al.

vindegusa.jpg

Cosa hanno in comune Pantelleria, Volastra (frazione di Riomaggiore alle 5 Terre), la Valpolicella e la regione del Tokaj? Apparentemente nulla; di fatto invece antiche pratiche enologiche tramandate di generazione in generazione che hanno prodotto alcuni dei più affascinanti vini del mondo.
Mi piace partire dal Vin de Gusa, prodotto in poche bottiglie da Luciano Capellini in quel di Volastra, microscopico borgo a picco sul mare delle 5 Terre.
Qui secondo la tradizione avita l'ultima frazione della torchiatura dell'uva del vino bianco, aspra e aggressiva (una vera spremuta di bucce, da cui il nome Vin de Gusa, cioè vino di buccia) viene messa da parte. L'anno successivo, quando si svina lo Sciacchetrà
separandolo dalle bucce, appena dalla botte lo zampillo si intorbidisce si chiude la spina e sulle vinacce inzuppate in gran quantità del prezioso passito si ripassa il vino di buccia, che si addolcisce e acquista morbidezza. Il risultato è inebriante: la freschezza del vino bianco unita alla dolcezza del passito, tutto su toni mediterranei e marini. Assolutamente da provare.

Vai al post originale...

VinoClic e la difficoltà di vincere le resistenze

vinoclic-pubblicita-online.jpg

Luciano Pignataro e Duespaghi, l'altro social network italiano enogastronomico insieme a Vinix, vanno ad aggiungersi al già ampio gruppo di siti e blog italiani (e in piccola parte esteri) del network pubblicitario specializzato nel settore wine & food e noto con il nome di VinoClic. Nato nell'ottobre del 2006 dalla convinzione maturata dal sottoscritto che per vendere pubblicità online fosse indispensabile superare la straordinaria frammentarietà dell'offerta e fare piuttosto rete con un progetto comune, oggi VinoClic rappresenta la soluzione per chi, nel nostro settore, desidera fare pubblicità online.

Vai al post originale...

Weblin, una chat umana

weblin.jpg

L'ultima trovata su internet si chiama Weblin.
In due parole, una chat umana, in realtà lo sdoganamento di Second Life di cui tanto si è parlato. Come funziona ? Semplice, si va sul sito, si scarica un piccolo programma da installare sul computer e ci si iscrive al servizio. Dopo l'iscrizione, su qualsiasi pagina navigheremo, verrà visualizzato un nostro avatar, una piccola immagine di 3 cm di altezza, personalizzabile che può muoversi, parlare (attraverso le classiche nuvolette tipo fumetto) ed interagire con altri utenti che stiano usando weblin e che siano presenti sulla stessa pagina. Al momento il servizio è ancora in fase di lancio ed è possibile trovare "gente" solo su grandi siti come per esempio Repubblica.it che lo ha promosso per prima in Italia. Vale una prova. Sicuramente le pagine "sotto" ai weblin passano in secondo piano. Da usare con cautela, crea dipendenza.


[Nell'immagine potete notare come la home di repubblica, vista con weblin attivo, sia popolata da un sacco di gente che parla, si muove, saluta, ride e manda a quel paese...]

Vai al post originale...

Time out

E' ufficiale, dannazione : il mio fegato chiede Time Out.
Gli esami del sangue non lasciano spazio a dubbi, bisogna che mi dia una calmata. Peccato, proprio ora che cominciavo a prendere il ritmo, pensavo tra me e me uscendo dall'ospedale l'altro giorno. Insomma, la dottoressa è stata chiara, "lei, signor Ronco, deve stare 3 mesi senza vedere l'alcol neppure da lontano, poi si vedrà". Neanche il tempo di azzardare un "ma, veramente, sa... io col vino...". "Niente ma ! Dovrei dirle 6 mesi, facciamo 3 che mi è simpatico". Poi sono riuscito a corromperla con una sera bonus ogni 2 settimane, giusto la sopravvivenza dello spirito per intenderci. Meno male che ho una grande squadra su cui poter contare.

Vai al post originale...

Agosto, inutile agosto

Il 4 agosto - un sabato - scadeva una fattura da me emessa.
La fattura era già di suo a 90 gg - "sa, noi paghiamo solo così..." - e poco importa il fatto che io avessi già anticipato il 70% della stessa come pagamento ai miei editori, in fondo, sono problemi miei, mica dell'azienda che mi deve pagare, ci mancherebbe. Scrivo all'azienda per rammentare il saldo e mi fanno capire che lì "fino al 27 non c'è nessuno", di portare pazienza. Figurati, ho aspettato 3 mesi, cosa vuoi che sia un mese in più. Sicuramente la fattura verrà saldata a tempo debito, non ho dubbi e tutti saranno felici e contenti, quelli che hanno aspettato che non devono più aspettare e quelli che hanno fatto aspettare per averci guadagnato. Ma perché siamo schiavi di questo modo stupido di lavorare dove è una prassi consolidata lucrare sul ritardo dei pagamenti ? Io sarò un animale in via di estinzione ma quando devo pagare una fattura la pago quasi sempre in anticipo o, al più tardi, il giorno stesso della sua scadenza.

Il 27 l'Italia pare riprenda a muoversi.
Agosto, inutile agosto.

Vai al post originale...

To cork or not to cork ?

tappi-chiusure-vino.jpg

Il tappo.
Se ne è parlato molto in questi giorni sulle varie sfere d'informazione del vino. In particolare sul ng (newsgroup) it.hobby.vino, e in un post su vinix.
La questione iniziale è : come lo tappiamo il vino stante la crescente carenza di sughero di qualità e la fallibilità del materiale (leggi, sentore di tappo) ? E' un argomento che si ripresenta ciclicamente ma che adesso può essere forse affrontato in modo più complesso dal momento che esistono ormai numerose chiusure alternative.

Vai al post originale...

Potere alla Terra

vignetta-petrolio.jpg

Leggevo oggi un post di Beppe Grillo sulla relativamente breve distanza che ci separa dalla dead line del petrolio.

"Ci aspetta - scrive Grillo - dopo la linea rossa, un neo feudalesimo. La terra, le comunità, gli animali, le relazioni, le capacità individuali diventeranno importanti. In attesa di una nuova fonte di energia universale di cui, forse, faremmo volentieri a meno.".

Visione apocalittica o preconizzazione del futuro prossimo ? Già, perché se non nei 15/30 anni ipotizzati da Grillo, al più tardi nel giro di una quarantina d'anni il petrolio finirà o diventerà comunque antieconomico estrarlo e al di là delle considerazioni economico sociali - ritorno al feudalesimo - riflettevo sul cambiamento globale nell'assetto delle necessità, delle priorità e quindi dei valori che un cambiamento di tale portata potrebbe portare in assenza di valide alternative.
Da meditarci su.


[ Foto fonte : http://www.ecceterra.org]

Vai al post originale...

Vinix senza pubblicità ?

Da oggi si può.

Vai al post originale...

Skype is back

skype-logo.jpg

Negli ultimi due giorni Skype, il servizio di messaggistica e telefonia peer to peer più famoso del mondo ha avuto qualche problema. La notizia è ormai arcinota sul web ed ha fatto il giro di tutta la rete alla velocità della luce. Ciò che ha colpito - e lo stupore dovrebbe far riflettere - è il fatto che a parlarne siano stati anche i media mainstream come per esempio alcune delle maggiori testate carta/web italiane : kataweb, Corriere.it, Repubblica.it, Repubblica.it solo per citarne alcuni.

Vai al post originale...

Alcool nel sangue, ma davvero l'effetto è uguale per tutti ?

alcool.jpg

Qualche giorno fa Aristide si è occupato delle nuove sanzioni che - salva redazione ed approvazione del regolamento di attuazione che ancora pare non ci sia - andranno ad aggiungersi al novero delle restrizioni / punizioni / limitazioni alle quali è soggetto l'abitante dello Stato Italiano. Ora, da idealmente anarchico - ma rispettoso dell'altrui diritto - quale sono, è chiaro che la nuova ondata di provvedimenti agostani non incontri il mio entusiasmo seppur comprenda le finalità che, secondo i propri estensori, queste nuove sanzioni dovrebbero perseguire. Ora, riflettevo su un fatto. Conosco moltissime persone che, bevuti 2 bicchieri di vino, diventano immediatamente incapaci di contenere le proprie emozioni, tanto che iniziano a ridere o a piangere o a fare entrambe le cose contemporaneamente, senza alcuna possibilità di controllarsi. Per esempio mia moglie. Ne conosco altre che bevuta una discreta dose di vino durante i pasti - mezza bottiglia o più - sono perfettamente in grado di deambulare e compiere ogni normale attività del quotidiano, forse con un mezzo sorriso in più ma davvero, a occhio, per nulla incapaci.

Vai al post originale...


Pagina 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20