Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

Alimenti e prodotti tipici

Il vino dei Bolgger - capitolo 2: Chianti Classico Poggio Gherardo

chianti0001.JPG

L'etichetta recita "Poggio Gherardo Chianti DOCG", imbottigliato da C.S.C. - S.C.A.R.L. Tavernelle Val di Pesa, Firenze.

Versato il vino nel bicchiere, il colore appare di un bel rubino brillante, anche se non molto carico. Il naso attacca con profumi tipici di viola, sottobosco ed un pizzico di liquirizia; non si sentono fortunatamente influenze legnose, passibili di sospetto truciolaggio.

Vai al post originale...

Il vino dei Blogger - capitolo 2: Chianti Classico Poggio Gherardo

chianti0001.JPG

L'etichetta recita "Poggio Gherardo Chianti DOCG", imbottigliato da C.S.C. - S.C.A.R.L. Tavernelle Val di Pesa, Firenze.

Versato il vino nel bicchiere, il colore appare di un bel rubino brillante, anche se non molto carico. Il naso attacca con profumi tipici di viola, sottobosco ed un pizzico di liquirizia; non si sentono fortunatamente influenze legnose, passibili di sospetto truciolaggio.

Vai al post originale...

Hocus Pocus, occhio malocchio......

Hocus20Pocus.jpg

Quale aspetto aborro della biodinamica e di altre para-fanta-scienze?

Questo! (link)

"Secondo Joly, una ricercatrice danese aveva fatto una cristallizzazione sensibile del vino contenuto in una bottiglia con etichetta e relativo codice a barre e poi del vino di una bottiglia dello stesso lotto, ma senza etichetta e quindi senza codice a barra. Stranamente i risultati delle due cristallizzazioni furono diversi: si avevano più forze vitali nella bottiglia senza codice a barre, pur avendo lo stesso vino. Nella presentazione dell'articolo si spiega che, per disattivare le influenze negative del codice a barre, basta rompere lo stesso codice con un coltello o qualche altro oggetto appena acquistata la bottiglia di vino."

Luk

Vai al post originale...

Latito ma son qui dietro le quinte

Su usenet si dice "lurkare", guardare e non toccare o giù di lì. Già, in questi giorni sto latitando ma sono qui dietro le quinte a godermi lo spettacolo.
Il fatto è che alle consuete attività di gestione del piccolo gigante buono alias TigullioVino.it (a propò, vi piacciono le micromodifiche alla homepage ?), sto dedicando parecchie energie ai contatti con gli inserzionisti per VinoClic ed all'imponente progetto di ristrutturazione di Vinix verso il "social networking" - poi vi spiego meglio cos'è - sulla base di quanto scritto qui e di quanto molti di voi hanno avuto la bontà di suggerirmi via e-mail. Tutte attività che richiedono in questo momento il mio massimo impegno. Nonostante questa cronica mancanza di spazi e di tempi per rilassarsi, qualche flash veloce volevo proporvelo.

Vai al post originale...

I vini da inchino

Quando parliamo di vino, è sempre bene tener presenti due presupposti. Da un lato stiamo parlando di una cosa "leggera" e quindi che deve essere associata ad un momento di piacere o, se non altro, di relax se possibile. Dall'altro parliamo di una cosa estremamente soggettiva e quindi, quel che piace a me può ben far schifo a te e non ci piove. Saltuariamente - sempre più di rado purtroppo - mi capita tuttavia di imbattermi in una particolare categoria di vini che mi fanno ricordare come sia possibile andare oltre il buono oggettivo o soggettivo: sono vini che potremmo classificare come "vini da inchino".

Vai al post originale...

Intervisteremo Franco Maria Ricci

Ho incaricato l'amico e collega Alessandro Maurilli di intervistare Franco Maria Ricci, un "compito a casa" per certi versi non semplice considerata la recente vicenda Duemilavini. Ho scelto Alessandro perché lo so capace di essere contemporaneamente fermo e pacato e perché saprà tradurre i molti spunti che gli ho inviato in qualcosa che assomigli più ad un'intervista che ad un interrogatorio. L'intento, nell'ottica di un confronto pacato tra chi solleva perplessità ma desidera nel contempo dare spazio al confronto civile, è di cercare di comprendere qualcosa di più attraverso colui che, a rigor di logica, dovrebbe essere la persona maggiormente informata. Se tutto va bene, dovremmo riuscire a proporvi l'intervista con il Focus Mensile di TigullioVino.it, i primi di dicembre. Come dicono quelli più cool, stay tuned.

Vai al post originale...

Hasta la Buridda siempre

bambino.gif

Non credevo che lo avrei mai fatto, ed invece oggi ho varcato la soglia del centro sociale Buridda per partecipare alla manifestazione Critical Wine, fortemente voluta da Luigi Veronelli per "difendere i piccoli produttori agricoli dallo strapotere delle multinazionali agro-alimentari".

Vai al post originale...

Perché trucioli ?

Un lettore del blog, nonché caro amico, Mike Tommasi, ha così commentato di recente :

"Fil, perché tanto casino per i trucioli quando ci sono tanti altri modi di fare vino-frode? E le barrique supertostate, vabbe' costano di più, ma anche quelle denaturano il vino, mi pare, o almeno lo aromatizzano pesantemente."

Una domanda necessaria quella di Mike. Un quesito che mi da il la per approfondire la questione dal punto di vista di chi fa - o meglio, prova a fare - comunicazione del vino.

Vai al post originale...

Trucioli, opposte visioni

Continua il ping - pong sulla questione Trucioli.

Vai al post originale...

Vino dei blogger #1 : Montepulciano d'Abruzzo Doc Riparosso 2002

"Il Vino dei Blogger " mi imponeva oggi come data ultima per la pubblicazione di una degustazione di un vino acquistato alla GDO, monovitigno, e sotto ai 5 euro. Queste le condizioni della prima edizione di questa simpatica iniziativa in puro stile blogger che si è rapidamente diffusa anche in Italia. Sono sincero, non sono riuscito a trovare il tempo materiale per dedicarmi a questa cosa al meglio - l'ultima domenica l'ho trascorsa a montar video, scrivere degustazioni e articoli su Felluga, Saracco e la Sun Import - ma nel contempo non volevo tirarmi del tutto indietro e sono andato a riprendere una degustazione che avevo fatto qualche tempo fa. Lo so, non vale !

Vai al post originale...


Pagina 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41