Feed Gusto, notizie dal mondo dei prodotti tipici italiani, formaggi, vini e altri gustosi prodotti della cucina

Alimenti e prodotti tipici

To cork or not to cork ?

tappi-chiusure-vino.jpg

Il tappo.
Se ne è parlato molto in questi giorni sulle varie sfere d'informazione del vino. In particolare sul ng (newsgroup) it.hobby.vino, e in un post su vinix.
La questione iniziale è : come lo tappiamo il vino stante la crescente carenza di sughero di qualità e la fallibilità del materiale (leggi, sentore di tappo) ? E' un argomento che si ripresenta ciclicamente ma che adesso può essere forse affrontato in modo più complesso dal momento che esistono ormai numerose chiusure alternative.

Vai al post originale...

Potere alla Terra

vignetta-petrolio.jpg

Leggevo oggi un post di Beppe Grillo sulla relativamente breve distanza che ci separa dalla dead line del petrolio.

"Ci aspetta - scrive Grillo - dopo la linea rossa, un neo feudalesimo. La terra, le comunità, gli animali, le relazioni, le capacità individuali diventeranno importanti. In attesa di una nuova fonte di energia universale di cui, forse, faremmo volentieri a meno.".

Visione apocalittica o preconizzazione del futuro prossimo ? Già, perché se non nei 15/30 anni ipotizzati da Grillo, al più tardi nel giro di una quarantina d'anni il petrolio finirà o diventerà comunque antieconomico estrarlo e al di là delle considerazioni economico sociali - ritorno al feudalesimo - riflettevo sul cambiamento globale nell'assetto delle necessità, delle priorità e quindi dei valori che un cambiamento di tale portata potrebbe portare in assenza di valide alternative.
Da meditarci su.


[ Foto fonte : http://www.ecceterra.org]

Vai al post originale...

Vinix senza pubblicità ?

Da oggi si può.

Vai al post originale...

Skype is back

skype-logo.jpg

Negli ultimi due giorni Skype, il servizio di messaggistica e telefonia peer to peer più famoso del mondo ha avuto qualche problema. La notizia è ormai arcinota sul web ed ha fatto il giro di tutta la rete alla velocità della luce. Ciò che ha colpito - e lo stupore dovrebbe far riflettere - è il fatto che a parlarne siano stati anche i media mainstream come per esempio alcune delle maggiori testate carta/web italiane : kataweb, Corriere.it, Repubblica.it, Repubblica.it solo per citarne alcuni.

Vai al post originale...

Alcool nel sangue, ma davvero l'effetto è uguale per tutti ?

alcool.jpg

Qualche giorno fa Aristide si è occupato delle nuove sanzioni che - salva redazione ed approvazione del regolamento di attuazione che ancora pare non ci sia - andranno ad aggiungersi al novero delle restrizioni / punizioni / limitazioni alle quali è soggetto l'abitante dello Stato Italiano. Ora, da idealmente anarchico - ma rispettoso dell'altrui diritto - quale sono, è chiaro che la nuova ondata di provvedimenti agostani non incontri il mio entusiasmo seppur comprenda le finalità che, secondo i propri estensori, queste nuove sanzioni dovrebbero perseguire. Ora, riflettevo su un fatto. Conosco moltissime persone che, bevuti 2 bicchieri di vino, diventano immediatamente incapaci di contenere le proprie emozioni, tanto che iniziano a ridere o a piangere o a fare entrambe le cose contemporaneamente, senza alcuna possibilità di controllarsi. Per esempio mia moglie. Ne conosco altre che bevuta una discreta dose di vino durante i pasti - mezza bottiglia o più - sono perfettamente in grado di deambulare e compiere ogni normale attività del quotidiano, forse con un mezzo sorriso in più ma davvero, a occhio, per nulla incapaci.

Vai al post originale...

What's America?

In genere non mi piace rimbalzare post di blog altrui, anche so moolto più autorevoli, su queste spiagge (tanto per rimanere in tema di vacanze). Questa notiziola però merita assai!
Siccome il problema dell'etichettatura del vino è molto sentito anche negli Stati Uniti, il Center for Science in the Public Interest (mica pizza e fichi!!) ha proposto una nuova etichetta che contenga tutte le informazioni nutrizionali dei vini rossi, bianchi e da dessert, evidentemente affinché il problema endemico dell'obesità che affligge il paese più ricco del mondo possa essere combattuto più efficacemente, ed il bevitore consapevole possa essere anche informato delle pericolose sostanze contenute nella sua amata bottiglia.
............................
..........................................
.............................................................

Vai al post originale...

Beta testing : il sito dell'azienda Paolo Scavino

paolo-scavino.jpg

Si è parlato molto in questi giorni, del nuovo sito dell'azienda vitivinicola Paolo Scavino, quasi fosse un "evento" che un'azienda si fa o rifà il sito. Purtroppo non dovrebbe essere un evento ma in Italia lo è e ce la teniamo così. Sono parzialmente giustificati i toni entusiastici di alcuni, se non altro per il fatto che il sito è stato realizzato come un vero progetto editoriale, con la collaborazione di uno specialista per i testi (Michele Marziani) e di uno per le foto (Davide Dutto) ed è encomiabile lo sforzo di qualsiasi azienda che investa due lire per stare al passo ed offrire qualcosa di utile ai propri estimatori, appassionati e clienti. Il chiacchiericcio mi ha indotto a fare un sopralluogo e qui di seguito mi permetto di sottolineare alcuni aspetti positivi e negativi a mio avviso degni di nota, sia pur rilevati a seguito di una visita forzatamente breve.

Vai al post originale...

Cosimo Mele all'uncinetto

Inauguro con questa segnalazione la nuova categoria "Perle" : robe che vedo o leggo in giro e che mi hanno travolto, nel bene o nel male. L'amico Dante De Benedetti, in arte JF Sebastian, sul suo blog ROTFL! fa l'uncinetto alle dichiarazioni di Cosimo Mele: si, l'Onorevole.

Vai al post originale...

A trenta secondi dalla fine

a-30-secondi-dalla-fine.jpg

L'altra sera, divano, dopo una giornata a spasso tra sentieri dolomitici e invitanti profumi di selvaggina in altrettanto accoglienti rifugi. Insieme ai due amici che ci hanno accompagnato in montagna per quei 7 giorni stiracchiati di vacanza cominciamo a guardare un film cult : "A 30 secondi dalla fine", con uno strepitoso Jon Voight nel ruolo dell'evaso. E' un film vecchiotto (della metà degli anni '80) ma bello crudo, appassionante. Per farla breve, siamo sul più bello quando, di punto in bianco, senza alcun preavviso, il film viene letteralmente tranciato dal telegiornale ladino delle 22 e 10 per riprendere una mezz'ora più tardi. Ci guardiamo nelle palle degli occhi ammutoliti, quando constatiamo che il film, nel frattempo, aveva tranquillamente proseguito il suo corso sulla tv nazionale "normale". Mi chiedo se anche ai trentini che quella sera stavano guardando il film - che per combinazione lunare era programmato sulla rete 3 - non siano girati vorticosamente i garbasisi ? Ma, ditemi, per davvero in Trentino Alto Adige, boiata o film cult, non ci sono cazzi, alle 22.10 telegiornale ladino e chi s'è visto s'è visto ?!

Vai al post originale...

Digital divide, un problema del tutto evitabile

digital-divide.gif

Stavo leggendo questo articolo di Massimo Mantellini e una volta ancora si rafforza il fastidio nei confronti di quella sorta di "cartello" tra operatori delle telecomunicazioni (mobili e fisse), che impedisce la realizzazione di un sogno che ha davvero ben poco di irrealizzabile. Da diversi anni, una volta al mese, con regolarità, mi intrattengo una ventina di minuti al telefono con un esperto commerciale dell'area business di Vodafone - il mio operatore mobile - cercando di comprendere perché non esista ad oggi una FLAT decente e vera, in grado di non farti spendere 4 euro all'ora, di darti un tot di traffico e poi segarti le gambe per ogni MB in eccesso o i minuti contati oltre i quali paghi una follia. L'operatore è sempre più imbarazzato e ha sempre meno argomenti. Di lì a poco cederanno mi dico sempre. C'è qualcosa di buono da parte di Wind ma devo andare a studiare prima di crederci.

Vai al post originale...


Pagina 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41